SECO e IBD insieme per “Respira”, nuovo ventilatore polmonare non invasivo per uso domiciliare ed ospedaliero

SECO e IBD insieme per “Respira”, nuovo ventilatore polmonare non invasivo per uso domiciliare ed ospedaliero

Per far fronte all’attuale emergenza sanitaria collegata alla pandemia da COVID-19, SECO, società leader nel settore dell’alta tecnologia per la miniaturizzazione dei computer, partecipata da FII Tech Growth gestito dal Fondo Italiano d’Investimento SGR, annuncia una partnership con IBD, PMI innovativa italiana attiva nel settore biomedicale, per la realizzazione di Respira, un nuovo ventilatore polmonare non invasivo.

 

Grazie all’unione delle capacità tecnologiche di SECO con le competenze e conoscenze di IBD nel settore medicale, nasce Respira, ventilatore polmonare innovativo ad alto flusso, dalla forma compatta e portatile, per un uso sia ospedaliero che domiciliare per tutti i pazienti con polmonite da COVID-19.
I nuovi respiratori verranno dotati di un display completamente touch screen per un utilizzo semplice ed intuitivo.

 

«È per me motivo di grande orgoglio che due eccellenze italiane come SECO e IBD abbiano messo a fattore comune le loro competenze tecnologiche per dare un supporto tangibile, in questa difficile situazione, al sistema sanitario e ai pazienti, attraverso una soluzione per la ventilazione polmonare innovativa, non invasiva e, soprattutto, portatile», dichiara Massimo Mauri, Amministratore Delegato di SECO.

 

«IBD dal 2014 progetta biomedical devices ispirandosi all’innovazione di qualità associata alla portabilità, l’interfaccia grafica userfriendly per operatori sanitari e pazienti, e all’uso sia domiciliare sia ospedaliero. Aderendo al concetto di Less is More e della Lean Startup, IBD è riuscita a realizzare in poco tempo e con risorse limitate macchine biomedicali di concezione fortemente innovativa», dichiara il Dr Corrado Ghidini di IBD, che continua: «La partnership con SECO è l’ideale completamento delle rispettive competenze per la realizzazione di un piano industriale che può contribuire a rilanciare l’Italia a livello internazionale. Da sempre il nostro Paese è un’eccellenza nel biomedicale».

 

Oltre a ventilare i malati affetti da COVID-19 senza necessità di intubazione, Respira può essere impiegato sia nei casi di immunodepressione sia nei casi che richiedono ossigenazione pre e post terapia intensiva. L’inizio delle consegne dei nuovi ventilatori polmonari è previsto tra la fine di Maggio e l’inizio di Giugno 2020.

 

SECO è un centro di eccellenza italiano nel settore dell’alta tecnologia per la miniaturizzazione del computer e l’internet delle cose (IoT). Dal 1979, l’azienda progetta e produce dal singolo Micro Computer a sistemi integrati e “pronti all’uso”. I principali settori industriali in cui i prodotti SECO vengono utilizzati sono: biomedicale, wellness, automazione industriale e trasporti. L’azienda è uno dei fondatori dello standard internazionale di miniaturizzazione del computer Qseven® e annovera tra i suoi partner tecnologici le più importanti aziende high-tech a livello mondiale come Intel®, Microsoft®, AMD®, NXP®, NVIDIA®, Wind e Telenor. Inoltre SECO ha forgiato collaborazioni con università, centri di ricerca e start-up innovative e opera su scala globale con sedi in Italia, Germania, Stati Uniti, India e Taiwan con oltre 380 dipendenti. I settori industriali in cui vengono utilizzati i prodotti SECO vanno dalla biomedicina al benessere, dall’automazione industriale ai trasporti con clienti leader di mercato, come Cimbali, Esaote, Evoca e Technogym. Per maggiori informazioni: www.seco.com

 

FII Tech Growth, con un obiettivo di raccolta di 150 milioni di euro, è il primo fondo di private equity italiano specializzato in investimenti in aziende tecnologiche. Il Fondo, gestito da Fondo Italiano d’Investimento SGR, ha effettuato il suo primo closing nel mese di settembre 2017 e vede la Cassa Depositi e Prestiti in qualità di Cornerstone Investor. Fondo Italiano d’Investimento SGR gestisce attualmente 8 fondi di investimento mobiliari chiusi riservati ad investitori qualificati, per un totale di Asset Under Management pari a circa 3 miliardi di Euro. Per maggiori informazioni: www.fondoitaliano.it

 

IBD è una società che progetta e realizza dispositivi biomedicali nata a Londra e fondata in Italia nel 2014. Guidata da un team con più di 10 anni di esperienza nella dialisi e nel design di dispositivi medicali, IBD ha raccolto più di € 1 milione di finanziamenti da parte di angel investors e grants. Ad oggi è nel pieno di un nuovo round di finanziamenti. www.ibdbiomed.com

 

Tags: