SABATTINI: “INNOVABIOMED, UN MOMENTO DI APPROFONDIMENTO UTILE PER LA COMPETITIVITA’ NAZIONALE E INTERNAZIONALE DELLE NOSTRE AZIENDE”

06 Feb 2018 SABATTINI: “INNOVABIOMED, UN MOMENTO DI APPROFONDIMENTO UTILE PER LA COMPETITIVITA’ NAZIONALE E INTERNAZIONALE DELLE NOSTRE AZIENDE”

Intervista a Luca Sabattini, Consigliere Regionale Emilia-Romagna

Cosa ne pensa di Innovabiomed?
Ho partecipato con molto interesse e ho trovato stimolanti gli interventi del Prof. Ferrari e dell’Ing. Ghidini, che hanno fornito elementi utili a
comprendere l’evoluzione della società e della ricerca nel settore del biomedicale e più in generale della comunità scientifica nel suo insieme.
L’alto profilo degli interventi, inoltre, ha stimolato un dibattito e ha sollevato domande nella platea che vanno al di là del semplice confine del
biomedicale, tracciando il prezioso lavoro delle punte di eccellenza per immaginare e costruire le comunità del futuro e definire la complessità
delle sfide che abbiamo di fronte a noi. Auspico che possa essere mantenuto il medesimo profilo anche per l’appuntamento del 2020 perché
è stato utile fare il punto della situazione dei cambiamenti dei bisogni delle persone e della ricerca sperimentale per rispondere alle nuove
esigenze.

C’è qualcosa che ricorda con piacere a distanza di tempo?
A volte accade di partecipare ad eventi che si riducono ad occasioni per fare affari o stringere relazioni. Innovabiomed è stato molto di più:
è stato un momento di approfondimento utile che può aiutare nel complesso e faticoso lavoro di rafforzamento della competitività nazionale
e internazionale delle nostre aziende, mettendo in sinergia le risorse migliori. Mi aspettavo un dibattito tecnico sul tema dei materiali e dei componenti rivolto in particolare a tutte le aziende coinvolte nella filiera industriale, sono stato invece piacevolmente colpito dalle molte sollecitazioni utili alla politica, come ad esempio l’approfondimento su tecnologie e servizi, per orientare le scelte territoriali
del futuro.

Essendo un evento a carattere nazionale che utilità potrà avere secondo lei per la regione Emilia-Romagna e soprattutto per il distretto biomedicale mirandolese?
Competenze, tecnologie, idee, start up e reti di relazioni per l’innovazione e la ricerca sono il cuore del distretto di Mirandola e dei territori confinanti, sul quale la Regione Emilia-Romagna ha investitove continua a investire. Innovabiomed ha il pregio di essere un’occasione di incontro tra esperti della produzione di dispositivi medici e amministrazioni locali e del territorio, per sviluppare insieme le
migliori pratiche e mantenere l’industria biomedicale italiana competitiva nello scenario nazionale e internazionale.

Visto il successo di questa prima edizione in Regione c’è la volontà di partecipare e promuovere attivamente alle iniziative collegate a Innovabiomed e all’edizione prevista nel 2020? Se sì, in che modo e con quali strumenti?
La Regione Emilia-Romagna ha nel tempo strutturato il rapporto tra ricerca ed imprese attraverso molti strumenti, tra i quali ad esempio il Tecnopolo di Mirandola dove convivono competenze scientifiche e aziende del territorio. Ho già avuto modo di informare l’Assessore competente riportandole la buona impressione sulla prima edizione di Innovabiomed, facendole presente che questa iniziativa può
essere un buon acceleratore di opportunità anche in futuro.

L’articolo SABATTINI: “INNOVABIOMED, UN MOMENTO DI APPROFONDIMENTO UTILE PER LA COMPETITIVITA’ NAZIONALE E INTERNAZIONALE DELLE NOSTRE AZIENDE” proviene da Innovabiomed.

Tags: