FIERA MILLENARIA CHIUDE CON 10.000 VISITATORI IN PIÙ RISPETTO AL 2017

11 Set 2018 FIERA MILLENARIA CHIUDE CON 10.000 VISITATORI IN PIÙ RISPETTO AL 2017

90.000 presenze, 10.000 in più rispetto all’anno scorso, per l’edizione 2018 della Fiera Millenaria di Gonzaga di cui Gruppo RPM Media ha gestito il programma degli spettacoli.

“Siamo soddisfatti sia per l’affluenza dei visitatori, che per il riscontro sui contenuti che la Fiera ha proposto quest’anno, sempre più finalizzati a valorizzare i prodotti tipici del nostro territorio”, spiega il presidente di Fiera Millenaria Giovanni Sala. “Nonostante tre giornate fortemente penalizzate dal maltempo, quest’anno la Millenaria chiude con 10.000 visitatori in più rispetto al 2017. Peccato per la pioggia che, oltretutto, ha colpito la Fiera in alcune giornate di punta, come tutto il weekend di apertura e che ha, quindi, scoraggiato numerosi visitatori. In caso contrario avremmo sicuramente raggiunto numeri record. Anche in questo senso la Fiera di Gonzaga sta facendo un percorso per rinnovarsi e offrire al pubblico un’esperienza di qualità e offrendo al pubblico numerosi eventi anche all’interno dei padiglioni”.

“Per quanto riguarda il programma della Millenaria 2018, la scelta è stata quella di continuare a puntare su Mantova Golosa e sulla valorizzazione dell’agroalimentare, con proposte di qualità sia sugli eventi, che nell’offerta espositiva. La Millenaria non è solo agroalimentare, ma continua ad essere un luogo di ritrovo e divertimento per il pubblico comune, oltre a un punto di riferimento per il comparto agricolo. A tal proposito, tanti sono stati anche in questa edizione gli appuntamenti di qualità dedicati all’agricoltura, dai temi fiscali alle riflessioni sul futuro del settore primario, fino alle opportunità offerte dalle agricolture di nicchia. Fondamentale è stato l’apporto delle associazioni di categoria: Associazione Mantovana Allevatori, Coldiretti, Confagricoltura, Confcooperative, Consorzio Agrituristico Mantovano, Cia e Confcommercio. Sostanzioso anche il contributo dei Consorzi del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano che hanno rafforzato la loro presenza in fiera portando numerosi eventi di spessore”.